Senza zucchero grazie !

header

Salve gentili amici oggi siamo a parlare di qualcosa che sta a cuore alla maggior parte di noi soprattutto nel momento in cui manca: la salute. Esatto perchè ho detto questo ? Semplice, perché nella nostra dieta abituale che assumiamo quotidianamente, troppo spesso facciamo strappi alla regola dimenticandoci immediatamente la volta successiva che avevamo già osato la volta precedente. Se andiamo in giro per Bar e ristoranti vediamo che nelle ore di punta c’è sempre un affollamento di gente, non tutti vanno a prendere l’insalatina col pesce fresco e non tutti vanno al bar per bere un bicchiere d’acqua, anzi !

Ogni giorno ingeriamo centinaia o meglio migliaia di calorie non pensando troppo a quello che stiamo mangiando, niente di più sbagliato. Non dimentichiamoci mai che siamo essere biologici e quindi il nostro corpo è in continua mutazione e si evolve a seconda di quello che mangiamo quotidianamente. Oramai conosciamo un pò tutti la famosa dieta mediterranea che sembra a detta di molti la classica dieta da fare per garantirci salute e longevità e forse è anche vero questo ma andiamo ad analizzare i pro e i contro di questa teoria.

La dieta mediterranea ha un suo nome vero e proprio perché prende le sue fonti dal contesto geografico in cui sorge, ovvero intorno al mar Mediterraneo, dove per l’appunto l’Italia è probabilmente il paese più rappresentativo per ovvie ragioni che non stiamo qui ad analizzare. Comunque basti osservare la struttura territoriale del nostro paese per avere una facile intuizione del perché sia cosi. Detto questo torniamo alla dieta vera e propria. Essa sorge con dei capisaldi alimentari oltre i quali non uscire a difesa del nostro organismo. E i capisaldi sono: pesce, carne, uova, verdura e frutta. Sono cinque in tutto, poi possiamo aggiungere delle varianti come la frutta secca, alcuni lavorati della carne come il prosciutto crudo e poco altro.

Successivamente però col passare degli anni e con il cambiamento degli usi e costumi si sono andate ad aggiungere tutta una serie di alimenti che ahimè non sono ben visti dal nostro organismo in quanto hanno degli elementi che non si sposano con la natura frugivora prima e onnivora poi del nostro corpo. Questi alimenti sono: pasta, pane, riso, latte e derivati, legumi, patate. Il motivo nasce dall’esigenza di ampliare i piaceri della tavola e del gusto, non di meno ricordiamo gli innumerevoli prodotti industriali che oggi la tecnologia alimentare ci propone, dei veri e propri surrogati del gusto alle cose che troviamo in natura, potenziati a sommo scopo per essere preferiti in assoluto.

Ebbene, vi sono parecchie ricerche che ci dicono che il motivo che accomuna l’errato consumo di certi alimenti risiede nelle enormi quantità di zucchero in essi contenuti. Mentre la dieta mediterranea nasce in un equilibrio primordiale di elementi sani e nutrienti per l’uomo, la sua variante si è arricchita di zuccheri come il glucosio che hanno nel tempo degenerato il nostro metabolismo, il nostro sistema immunitario con tutte le conseguenze del caso. Il motto è mangiare bene ma senza zucchero grazie ! Io ho iniziato da tempo a consumare un’alimentazione che ne sia priva il più possibile, a meno che non siano zuccheri naturali, proprietà essenziale di un prodotto come la frutta.

Intendiamoci, non dobbiamo certamente stressare il nostro organismo nel privargli dal giorno alla sera di quegli alimenti a cui da anni siamo abituati ma siamo sicuramente in grado col tempo e in maniera graduale di poter apportare le corrette modifiche al nostro regime alimentare riscoprendo anche la bellezza di quei sapori che abbiamo dimenticato perché da troppo tempo sostituiti da aromi inesistenti in natura, potenziati per illudere il nostro cervello a scegliere ciò che fa male da ciò che invece fa bene. Riprendiamoci il diritto e il piacere di ascoltare la natura e tutto quello che può offrirci, perché solo cosi riusciremo a riscoprire quella dieta cosi famosa e rinomata in tutto il mondo che ha fatto anni di storia e di insegnamento.

Annunci